Family Wiki
Advertisement

מהויקיפדיה האיטלקית

מראה באקולי Bacoli - Veduta ravvicinata presa da Monte di Procida - Spicca la Chiesa di Sant'Anna. Sullo sfondo, Pozzuoli (via Napoli) e alle sue spalle il vulcano della Solfatara.
צילם: Denghiù ויקישיתוף

באקולי מבוטא בניב נאפוליטני Vàcule היא עיר בעלת אוכלוסיה של 27.251 תושבים במפרץ נאפולי במחוז קאמפניה.

ראו גם:

גאוגרפיה פיזית[]

Primo comune a nord ovest della penisola flegrea, situata sul golfo di Pozzuoli, comprende le antiche località greco-romane di Baia, Fusaro, Miseno, Cuma, nonché Miliscola (da militum schola), sede della flotta pretoria degli imperatori romani. Luogo più caratteristico è più invitante, con una bellezza estrema, è il Centro Storico e la Villa Comunale. Va inoltre segnalata la zona del Fusaro dove è il lago Fusaro e la casina Vanvitelliana.

גאולוגיה[]

Il porto di Miseno, antico cratere vulcanico Comune di it:Bacoli - Veduta da it:Capo Miseno sul Porto di Miseno che è antico vulcano del cui cratere si conserva il bordo nella lunga isola chiamata Punta Pennata. In basso a sinistra, si vede il villaggio di it:Miseno, frazione del comune di Bacoli il quale si trova di fronte sulla terraferma.
צילום: הנ"ל

L'area del comune di Bacoli è di origine vulcanica. Appartiene al sistema dei Campi Flegrei e si è formata nell'ultima fase eruttiva chiamata "Terzo Periodo Flegreo". In particolare la zona dove sorge la cittadina è caratterizzata da un allineamento di sette vulcani, disposti su di un unico asse, formato dai crateri e resti di crateri di:

  • Tre vulcani più antichi che si datano fra i 35.000 e i 10.500 anni fa: 1) Capo Miseno; 2) Porto di Miseno (i cui bordi residui sono riconoscibili nel lungo isolotto di Punta Pennata e di fronte ad essa nelle due punte di Punta Terone e Punta della Sarparella); 3) tutto il rilievo che caratterizza il centro antico di Bacoli, da Punta del Poggio e Piscina Mirabile fino a Centocamerelle.
  • Verso nord, fuori dal paese, un po' distanziati dai precedenti ma sempre sullo stesso allineamento, abbiamo gli altri quattro vulcani, più recenti, che si datano fra i 10.500 e gli 8.000 anni fa: 4) e 5) i due crateri chiamati Fondi di Baia (sull'orlo di uno dei quali è posto il Castello Aragonese di Baia e risale la strada provinciale che da Pozzuoli porta a Bacoli); 6) il Golfo di Baia che ha quasi del tutto smantellato il 7), un altro vulcano i cui bordi e rilievi residui si riconoscono in Punta Epitaffio e nel costone roccioso di tufo giallo che guarda verso Lucrino.

תולדות העיר[]

Bacoli fu fondata dagli antichi romani che la chiamarono col nome di Bauli. In epoca romana era un luogo di villeggiatura rinomato quasi quanto la vicina Baia. Simmaco disse di Bauli:

}
« {{{3}}} »


« Lasciai quel luogo perché c’era pericolo che se mi fossi affezionato troppo al soggiorno di Bauli, tutti gIi altri luoghi che mi restano da vedere non mi sarebbero piaciuti »

(Simmaco) « Lasciai quel luogo perché c’era pericolo che se mi fossi affezionato troppo al soggiorno di Bauli, tutti gIi altri luoghi che mi restano da vedere non mi sarebbero piaciuti »
(Simmaco)

}}

Dell'antica Bauli si conservano a tutt'oggi i resti delle Cento Camerelle, della Piscina Mirabile, del cosiddetto Sepolcro di Agrippina. Nell'età augustea Bacoli diventò addirittura il principale avamposto militare e capitale elettiva della politica, della cultura e della mondanità insieme alla vicina Baiae.

In seguito alla caduta dell'Impero romano la città di Bacoli decadde anche a causa di alcuni fenomeni geologici come il bradisismo e le erosioni. Nei secoli XVII, XVIII e XIX la città rinacque e divenne una delle mete preferite dagli europei.

L'attuale comune comprende oltre l'odierna Bacoli, anche i resti dell'antica Bauli, le antiche città romane di Baia (i cui resti si estendono fino a Fusaro), ed ancora Miseno con l'annessa Miliscola (da militum schola), sede della flotta pretoria degli imperatori romani, ed infine ancora una piccola porzione dell'antica città greca di Cuma.

Curiosità[]

Nonostante nel Comune di Bacoli sorga l'antica città di Cuma, prima colonia greca della Penisola, non esiste in tutto il territorio nessun istituto scolastico dove la lingua greca antica sia studiata o valorizzata sebbene la Città riconosca il gemellaggio con l'omonima città dell'Eubea (Κύμη-Kýmē, eponima, cioè che ne "ha dato il nome").

קישורים חיצוניים[]

  • תבנית:Dmoz
Advertisement